LIMONERO Profumeria | Abbronzarsi in montagna
26443
post-template-default,single,single-post,postid-26443,single-format-standard,woocommerce-no-js,ajax_fade,page_not_loaded,,select-theme-ver-3.2.1,wpb-js-composer js-comp-ver-4.4.4,vc_responsive
 

Abbronzarsi in montagna

Abbronzarsi in montagna

Hai già prenotato la settimana bianca e preparato tutta l’attrezzatura da sci? Siamo sicuri che hai già davvero tutto?Lo sai che i raggi ultravioletti sono estremamente potenti, soprattutto in montagna?

Perché in montagna l’abbronzatura è diversa?
La maggior parte della radiazione solare viene fermata e filtrata dall’atmosfera terrestre: ad esempio, se la località dove abbiamo deciso di trascorrere le nostre vacanze è al mare, le radiazioni ultraviolette (per quanto sempre molto pericolose!), saranno meno forti poiché la quota di atmosfera che “filtra” è maggiore. Al contrario se la quantità di atmosfera diminuisce, la quantità delle radiazioni solari aumenterà.

Secondo uno studio ogni 300 metri di altitudine l’intensità UV cresce del 5% e secondo un conto rapido a 1500 metri l’intensità sarà il 25% in più rispetto al livello del mare.

 

Le radiazioni sono uguali in estate ed in inverno?
Se parliamo di montagna in inverno, il rischio delle scottature addirittura aumenta poiché la temperatura bassa ed a volte le nuvole non ci fanno percepire il rischio dell’esposizione. Inoltre la neve bianca fa da specchio e questo triplica i rischi.

 

L’abbronzatura presa in montagna è diversa e più duratura di quella presa al mare?
Questa è una delle domande più frequenti che ci rivolgono i nostri clienti e che onestamente non ci sentiamo di condividere come pensiero. La pelle è sempre la stessa e se ben protetta ha gli stessi risultati di colore di quando ci esponiamo al mare. Va detto però che poiché la montagna “filtra meno” l’abbronzatura può manifestarsi più rapidamente e dunque è normale notare gli effetti dell’esposizione al sole molto più velocemente. Ma attenzione: vale anche per le scottature!

 

In montagna posso applicare la crema solare usata in estate?
Va fatta molta attenzione: ogni prodotto ha un suo periodo di validità post apertura che indica per quanto tempo potrò utilizzarlo dopo la data in cui ho aperto per la prima volta la confezione. Ovviamente anche in montagna valgono tutte le regole base dell’estate per l’abbronzatura: il solare andrà applicato 20 minuti prima di uscire e va rinnovata l’applicazione durante la giornata.

 

Durante l’estate vi abbiamo indicato tutti i fototipo per l’autovalutazione della propria pelle in funzione dell’abbronzatura desiderata. –scopri qui la tabella- 
Vi segnaliamo uno dei nostri marchi di solari più specifico, da tempo partner dell’Associazione Italiana Maestri di Sci: Australian Gold. Siamo molto affezionati a questo marchio poiché la qualità dei prodotti è elevatissima ed ogni anno la gamma si amplia per venire incontro a tutte le esigenze, anche quelle delle pelli più sensibili.

Tra i tanti prodotti che Australian Gold ha in gamma e che vi segnaliamo per le vostre vacanze in montagna, c’è sicuramente lo stick solare Face Guard –vedi qui- il solare in stick che protegge zone delicate e dunque perfetto anche per le labbra -scopri o acquista quì-  ed il solare anche lui in stick per i  tatuaggi (non dimenticate di proteggere il tatoo nelle sopracciglia!) –lo trovi quì-

E allora che sia snowboard, che siano sci o semplicemente un bel libro da leggere in alta quota sempre con il solare giusto…buone vacanze!

© 2019 Limonero – Immagini tratte dalla rete – Artwork Limonero
Vuoi ricevere tutti gli aggiornamenti di bellezza, make-up e stile? Iscriviti alla newsletter di Limonero ora…scorri in basso e registra la tua mail!

No Comments

Post a Comment